CON NOI 
IL RISARCIMENTO DEL DANNO ALLA SALUTE E' PIU' FACILE 

 
                              DANNO AMBIENTALE

Il danno ambientale presenta una triplice dimensione:
 

- personale, quale lesione del diritto fondamentale a godere dell'ambiente di ogni uomo;

- sociale, quale espressione del diritto fondamentale a godere dell’ambiente delle formazioni sociali in cui si sviluppa la personalità umana;

- pubblica, quale espressione della lesione del diritto-dovere pubblico dello Stato.

Alla luce di tale recente visione legislativa (decreto legislativo 152/2006), sia le singole persone, sia le associazioni, i gruppi e gli enti territoriali godono di una autonoma legittimazione ad agire per far valere un proprio diritto (diritto all'ambiente) e non un generico interesse diffuso.

Infatti, il settimo comma dell'art. 317 del citato decreto, stabilisce che resta fermo in ogni caso il diritto dei soggetti, danneggiati dal fatto produttivo del danno ambientale, nella salute o nei beni di loro proprietà, di agire in giudizio nei confronti del responsabile del danno a tutela dei diritti e degli interessi lesi.

In effetti, quando il nocumento è arrecato all'ambiente nel suo complesso, come valore di risorsa naturale, nelle sue componenti fisiche, chimiche e biologiche, mediante il loro danneggiamento o distruzione, sussiste l'obbligo di risarcimento nei confronti dello stato.

Quanto il danno ambientale incide su posizioni soggettive individuali,
in via esclusiva o sovrapponendosi a quelle collettive, i pregiudizi che ne derivano ai privati potranno essere risarciti secondo le regole generali dell'illecito aquiliano.

I pregiudizi patiti dai privati, oltre che di natura biologica e patrimoniale, possono riguardare anche la mera qualità della vita.
Infatti, si è osservato che dal danno ambientale possono scaturire una serie di DANNI CONSEGUENZA
che, pur non essendo danni patrimoniali o rientranti nel danno biologico, quale lesione della propria integrità psico-fisica, sono comunque giuridicamente rilevanti e risarcibili, proprio perché si riflettono sulla esistenza dei singoli individui e sulle loro abitudini quotidiane.

Quando il danno ambientale arreca nocumento al singolo soggetto privato, sarà possibile ottenere il risarcimento dei danni, patrimoniali e non, subiti in conseguenza della lesione del diritto soggettivo, ASSOLUTO ED INVIOLABILE, ad avere un AMBIENTE SALUBRE e ad avere un paesaggio tale da creare un benessere fisico e psichico, quale bene collettivo e individuale, in cui ciascuno sviluppa ed esprime la propria personalità.

L'Associazione Danno alla Salute, avvalendosi della 
collaborazione di professionisti con 
Specializzazione in Diritto e Gestione dell'Ambiente,
valuterà l'esistenza dei presupposti, necessari e indispensabili, per poter avanzare la richiesta di un giusto e legittimo risarcimento, per il danno alla salute, danno conseguenza, nonché per il ristoro dell'eventuale danno patrimoniale subito.

 

Associazione Danno alla Salute - C.F./P.I. 95173400631
E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti del sito senza preventiva autorizzazione scritta ©
Tutti i diritti riservati - 2011 - 2012 - 2013

  Site Map